Alcune persone amano svegliarsi presto, altre preferiscono tirare tardi la sera. Dipende da alcuni geni che regolano il nostro bioritmo animale con influenze importanti su metabolismo, attività degli organi, capacità di concentrazione e molto altro ancora. Conoscere il nostro cronotipo può essere davvero importante per dormire meglio e vivere una vita piena di energia. Le […]

dormire male a causa della primaveraLa primavera risveglia la natura e non solo: anche gli esseri umani. L’equinozio di primavera, la luce esterna che cambia e l’arrivo dell’ora legale provocano grandi cambiamenti nell’organismo che possono riflettersi sull’umore causando ansia, stress e anche la classica insonnia di stagione.

Come combatterla? Ecco 5 rimedi firmati Nightingold.

Stabilisci i tuoi orari e rispettali

Il maggior numero di ore di luce della bella stagione inibisce la secrezione di melatonina – l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia – causando quella che chiamiamo insonnia primaverile. L’orologio biologico dell’organismo prova ad adeguarsi all’orologio solare ma questo è un processo lento, reso ancora più faticoso dal passaggio all’ora legale.

Per mantenere un equilibrio è importante andare a letto e svegliarsi sempre negli stessi orari così da non alterare i ritmi circadiani. Consiglio banale: se la luce delle 6 ti alza dal letto, abbassa le serrande prima di andare a dormire!

Fai prendere aria al tuo letto

Piogge frequenti, alta umidità, riscaldamento ancora acceso. All’inizio della primavera l’unione di questi 3 fattori nelle nostre case crea il microclima ideale per la proliferazione degli acari della polvere. Gli acari sono responsabili di riniti, congiuntivite, eczemi, asma e altri problemi respiratori che provocano ovviamente disturbi del sonno. Per questo è importante fare le cosiddette “pulizie di Pasqua” concentrandosi in particolare sul letto, dove passiamo 1/3 della nostra vita. Cambiare le lenzuola e disinfettare materassi e cuscini sono buone abitudini da tenere tutto l’anno, ma in particolare in primavera. Inoltre un letto ben areato riduce la proliferazione degli acari.

Bevi più acqua e meno caffè

Siete mai andati da un nutrizionista, da un osteopata o da qualsiasi altro esperto di benessere? Beh, spesso il primo consiglio è quello di bere più acqua, almeno 2 litri al giorno. L’acqua è infatti ricca di magnesio, rilassa la muscolatura e facilita la digestione. Due azioni potenti per dare a Morfeo qualche arma in più contro l’insonnia. Ovviamente da evitare sono tutte quelle bevande eccitanti come caffè, tè, coca cola e anche cibi come il cacao che risvegliano l’organismo. Altro consiglio è quello di mangiare leggeri e non troppo tardi, così da distanziare la cena dal momento del riposo.

Fai sport di giorno

Più attività fisica di giorno, più riposo di notte. Questa è una grande verità che ha trovato riscontro anche in numerosi studi scientifici. Grazie a complessi meccanismi che influenzano il sistema neuro-vegetativo, il ritmo circadiano di chi fa sport risulta più regolare e bilanciato. Anche attività semplici come corsa, pilates, yoga e meditazione sono un toccasana per ridurre i problemi di insonnia a patto che vengano svolte di giorno e non di sera. Come mai? Perché altrimenti potrebbero interferire con l’azione della melatonina.

Prova un cuscino su misura

Chi soffre di problemi di insonnia spesso si concentra sul materasso, eppure il principale responsabile del disturbo potrebbe essere il cuscino. Hai mai pensato a un guanciale su misura? Si chiama Nightingold ed è costruito in base alle tue specifiche caratteristiche fisiche e ai tuoi particolari disturbi, come appunto l’insonnia.

Il materiale è il Memory foam, anzi Memory Gold grazie al quale il cuscino ha un ritorno lento, preciso e controllato, e la struttura è pensata per facilitare il passaggio dell’aria e ridurre al minimo la proliferazione degli acari.

Nightingold può essere un ottimo alleato per combattere l’insonnia di primavera, così come i disturbi del sonno di tutto l’anno.

Scopri cosa significa realizzare un cuscino su misura

 

Il tuo sonno è disturbato? Hai già provato di tutto e non sai come fare?

Ti piacerebbe confrontarti con un esperto del riposo?

Siamo a tua disposizione.

Contattaci telefonicamente al 348.82.21.455 (anche whatsapp) o scrivici compilando il seguente form: ti ricontatteremo entro 24 h


    MailTelefonoWhatsApp

    Solo lingua madrePreferisco l'inglese


    * Campi obbligatori.

    perchè le donne hanno il sonno disturbato

    Le donne dormono peggio degli uomini. Un dato inconfutabile confermato ormai da numerose ricerche scientifiche. Ed è così per questioni biologiche, ormonali, di stili di vita. È interessante approfondire insieme i motivi per cui le donne hanno un sonno più fragile … così come provare a trovare una soluzione su misura.

    Il problema di essere multitasking

    Casa, lavoro, prole. Ogni giorno la donna veste mille ruoli diversi e durante la notte questo può diventare un boomerang per la qualità del suo riposo. Se in tempi non troppo lontani alcune donne potevano dedicarsi esclusivamente alla famiglia, oggi (per fortuna!) l’indipendenza economica ha portato nelle sue ore di sonno anche le preoccupazioni legate alla sfera lavorativa. A maggior ragione se parliamo di una donna imprenditrice o manager che gestisce in prima persona un business o ricopre ruoli di rilievo con un discreto livello di responsabilità.

    Sentinelle per natura  

    Anche se l’ambiente domestico non ospita nessun bebè urlante, nel DNA di una donna esiste questa predisposizione ad essere vigile e attenta ai rumori di ciò che accade intorno. Avete presente i delfini che riposano sempre con un occhio aperto? È perché lasciano dormire solo un emisfero cerebrale alla volta così da rimanere all’erta per individuare prede e predatori. Ecco, nelle donne succede qualcosa di simile. È un istinto naturale a prendersi cura del proprio “nido” e dei suoi cari – un marito, un genitore, un bambino o qualsiasi altra persona – con un evidente impatto negativo sul sonno.

    Una questione di ormoni

     Studi scientifici hanno dimostrato che la donna, nella prima fase del suo ciclo riproduttivo, è meno soggetta ai vari disturbi del sonno. La situazione cambia però quando cambiano gli ormoni a causa ad esempio di una gravidanza. L’aumento di peso determina un rischio maggiore di russamento e di apnee notturne, e dopo il parto le continue sollecitazioni del bebè alterano i cicli del sonno della donna con conseguenze anche importanti come la depressione post partum. Perché ansia e depressione sono da sempre fattori direttamente legati all’insonnia.

    Menopausa, meno sonno!

     Sempre a causa dei cambiamenti ormonali, anche la menopausa rappresenta un periodo critico per la qualità del riposo di una donna aumentando i disturbi del sonno, come ad esempio la sindrome delle “gambe senza riposo”. Secondo una ricerca italiana pubblicata nel 2019 sulla rivista Maturitas, in menopausa la depressione associata all’insonnia cronica si attesta su valori superiori all’80%. Un dato che fa riflettere sull’importanza di “curare” al massimo il proprio buon riposo. Ma come?

    I benefici di un cuscino su misura.

    Quando si tratta di migliorare il proprio riposo, il primo pensiero va al materasso o alla rete del proprio letto. Ma esiste un terzo strumento troppo spesso dimenticato: il cuscino! Se un cuscino di alta qualità può fare la differenza, un cuscino su misura in Memory Gold può davvero offrire dei benefici di lungo periodo, come ci racconta qui Michela Gallina: una donna e una imprenditrice di successo che con un cuscino su misura Nightingold ha risolto i suoi problemi di cervicale e si risveglia piena di energie per affrontare la giornata.

    Ma ogni donna è diversa, e ogni donna merita un cuscino studiato in base alle sue caratteristiche fisiche e alle sue abitudini di riposo. Dormire per credere.

    Scopri cosa abbiamo riservato alle donne

    Il tuo sonno è disturbato? Hai già provato di tutto e non sai come fare?

    Ti piacerebbe confrontarti con un esperto del riposo?

    Siamo a tua disposizione.

    Contattaci telefonicamente al 348.82.21.455 (anche whatsapp) o scrivici compilando il seguente form: ti ricontatteremo entro 24 h


      MailTelefonoWhatsApp

      Solo lingua madrePreferisco l'inglese


      * Campi obbligatori.