dormire insieme migliora la qualità del sonno

Il sonno nella coppia può essere vissuto in modalità completamente diverse.

C’è chi condivide il letto solo per abitudine e chi con convinzione. Chi può stare tutta la notte abbracciato al partner e chi si sveglia a ogni minimo rumore. Dormire separati non è un tabù ma dormire insieme può darci tanti benefici.

Scopriamo insieme i pro e contro di entrambi i mondi.

Un salto nel passato

 Gli uomini e le donne dormono insieme fin dall’antichità e tutto è nato per motivi molto poco romantici che riguardano una necessità assolutamente pratica: quella di scaldarsi. Quando la razza umana ha cominciato a viaggiare dalle zone più calde del mondo a quelle più fredde è iniziata anche l’abitudine di dormire insieme per tenersi caldo a vicenda.

Altro motivo ancestrale è la paura del buio. Dormire vicini attenuava il timore di essere assaliti dagli animali o da malintenzionati durante il sonno!

E perché oggi dormiamo vicini?

 Nel corso dei secoli sono ovviamente cambiate tante cose, il rapporto tra i partner si è evoluto e oggi dormire insieme ha assunto un significato simbolico importante, ma alcuni studi hanno dimostrato che ci sono anche motivazioni scientifiche.

Secondo una ricerca della dottoressa Wendy M. Troxel della Pittsburgh University, condividere il letto con il proprio lui o lei abbassa i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, e aumenta il rilascio di ossitocina, il cosiddetto ormone dell’amore in grado di attenuare l’agitazione e la pressione sanguigna, fonte di rigenerazione e guarigione.

Dormire insieme alla persona amata ridurrebbe così l’ansia favorendo sia un riposo di qualità che un risveglio di buon umore.

Un altro punto di vista

Quindi dormire insieme è sempre cosa buona e giusta? Alcuni terapisti pensano che esista anche una sorta di condizionamento sociale che ci porta a condividere il talamo.

Il desiderio di dormire da soli non sempre viene espresso per paura che l’altro partner possa ipotizzare un calo del desiderio o che ci sia qualcosa che non va nella coppia. Per le stesse ragioni molte persone si vergognano di dichiarare in pubblico di dormire da soli.

Eppure in alcuni casi dormire separati può avere dei benefici.

Quando conviene dormire separati

Secondo uno studio dell’Accademia Americana di Medicina del Sonno (AASM), la metà delle coppie che dormono insieme soffre di disturbi del sonno. C’è chi russa, chi muove le coperte, chi si gira e rigira nel letto, chi ha caldo e chi ha freddo, chi si alza durante la notte. Tutti eventi che compromettono il riposo e causano stanchezza e irritabilità durante l’intera giornata.

In questi casi dormire separati, in letti diversi o ancora meglio in stanze diverse potrebbe essere molto salutare, anche per ritrovare un nuovo equilibrio di coppia.

Il segreto per dormire insieme felici

Riassumendo: non c’è niente di male nel scegliere di dormire separati ma è anche vero che dormire insieme può renderci più felici. A una condizione però: che il sonno sia davvero ristoratore.

Per questo è importante puntare su una esperienza di riposo di alto livello con un materasso di qualità e guanciali adatti alle proprie esigenze di riposo, come il nostro Nightingold su misura.

Utilizzare un cuscino in Memory-Gold sviluppato ad hoc ha tanti vantaggi.

  • Permette alle vie respiratorie di aprirsi più facilmente e quindi evitare l’imbarazzo del russare.
  • Assicura una notte “silenziosa”, per la sua capacità di creare un ambiente ovattato intorno al tuo viso.
  • Garantisce un riposo più profondo e sereno con una diminuzione dei movimenti e dei disturbi notturni

Un’esperienza di riposo unica e una sensazione di benessere completo che favorisce l’intimità, l’amore ? e … la salute.

Scopri tutti i benefici di Nightingold